serge lutens

“Laine De Verre”, il nuovo eau de parfum di Serge Lutens

Articolo tratto da: www.extrait.it

Laine de Verre, il terzo “anti-profumo” firmato Serge Lutens. Da anni il Maestro ci ha abituati a profumi dai nomi depistanti, alcune volte anche sconcertanti, come notti di cellophane, garofani al vetriolo e vergini di ferro. I suoi fan stiano tranquilli, i suoi detrattori si mettano l’animo in pace, Serge Lutens ancora non ha deciso di abbandonare la scorretta via, né di tradire la sua fama di personaggio fuori da ogni regola, tanto è vero che la sua nuova creazione si chiama Laine de Verre.

Per capire quanto questo nome sia legato al silicato amorfo più noto come lana di vetro, quanto invece sia un azzeccato e intrigante ossimoro per indicare due elementi contrapposti, le parole di Serge Lutens non lasciano dubbi: “È solo dopo essere stato attraversato dall’inverno che, abbandonando le armi, il Signore di Vetro venne ai piedi della Signora di Lana a deporre fiori e felci che, sopra di lui, si erano ricoperti di brina”.

Serge-Lutens "Laine de Verre"

Serge-Lutens “Laine de Verre”

Continua a leggere

L’Eau Serge Lutens

“Nella mia mente, continuavo a vedere un ferro da stiro che si muoveva avanti e indietro sulla biancheria appena lavata. Alla fine, ho distillato l’immagine in una fragranza per togliermela dalla testa.  Questo complesso labirinto crea un passaggio d’aria tra il fiore bianco della menta fresca e la resa sintetica della fragranza naturale. Questa Eau dà l’impressione di avere una guancia su una federa di cotone”

Serge Lutens.

Santal Majuscule di Lutens

Presso la nostra profumeria è arrivato il nuovo profumo del maestro Serge Lutens, realizzato in collaborazione con Christopher Sheldrake: un legnoso orientale denominato Santal Majuscule.

Si tratta di un ritorno alle sue radici, che completa la trilogia di fragranze al legno di sandalo iniziata con Santal Blanc e Santal de Mysore, allungando l’interminabile e leggendaria serie di fragranze a carattere legnoso come Femminité du Bois, Chergui, Cedre e Chene.

Albero di origine indiana, il sandalo (santalum album) ha radici che si nutrono della linfa delle piante circostanti, per questo è chiamato “albero vampiro”. Nella nuova fragranza di Serge Lutens, è accostato a cacao amaro e rosa di Damasco.

Formato e Concentrazione: Eau de Parfum (haute concentration), 50 ml

Lutens - Santal Majuscule

Lutens – Santal Majuscule

“La profumeria di Serge Lutens è inventiva. Si tratta, soprattutto, maestosamente, di accordi e non di materie prime. Riuscite ad immaginare qualcuno che chiedeva a Picasso che tipo di colori avesse usato per quel dipinto?
Come sapete ci sono una gran varietà di legni di sandalo. Il Mysore è stato sottoposto per un certo periodo di tempo al contrabbando. Lo avevo usato a metà degli anni ’90 per la creazione di Santal de Mysore. Santal Blanc è un’altra cosa. Per quanto riguarda Santal Majuscule, è un sandalo australiano, di alta qualità, ma lo ho “sensazionalizzato” così tanto che è impossibile dire se viene dall’India, dall’Australia o da altrove. Quello che mi interessa è quello che posso fare con esso. Inoltre, utilizzando solo di per sé del legno di sandalo sarebbe un “Santal of Misery…” (Sandalo misero, giocando con la parola Mysore. N.d.R.).
Tuttavia è evidente che le materie prime non possono essere sostituite, ma dobbiamo evitare di essere sfavoriti da loro. Per esempio, non avendo della quercia, l’ho potuta ricostruire con sentori di cedro, betulla, legno di sandalo e cipresso. La sua qualità può essere amplificata da me. Ho il gioco della natura: acqua, vento, il polline e la terra su cui sorgono questi elementi. Questo è tutto! Il profumo… è la creazione, non è l’apprendimento di una lingua dotta sulla base della specie degli alberi.

L’accordo Sandalo/Rosa è in effetti troppo spesso usato dai profumieri. Per me, questa è una pericolosa abitudine, perché per la gente diventa ripetitivo e poi lo chiamano “stile”.
L’accordo di cacao mi ha colpito in faccia un giorno, così per caso, quando ho aperto una lattina di cacao in polvere. Avevo in mente il legno di sandalo e l’odore era ivi racchiuso che ho avuto l’impressione che questi due profumi potessero essere affiliati, che la natura li avesse fatti incontrare in precedenza. Questa amarezza elegante, il polveroso seme produce l’accuratezza e la ricchezza di Santal Majuscule.
E’ classificabile in una di queste paralisi chiamate “Gourmand” o “Oriental”? Tutte queste etichette ottengono una smorfia di disapprovazione. , Vorrei, nel corso del tempo, che i profumi vengano amati per sé stessi e non per la categoria alla quale si suppone appartengano. Il profumo dovrebbe stimolarti, confortarti, affermarti, renderti pericoloso… tutto questo non è il ruolo di una categoria di fragranze. E’ possibile trovare 50 profumi in una categoria senza che nessuno sia simile (come i membri della famiglia).”

Serge Lutens

Profumi Serge Lutens

Serge Lutens

Serge Lutens

Serge Lutens,  l’uomo che rivoluzionò il make up e le essenze di marchi come Shiseido e Dior, oggi all’età di 70 anni vive  in Marocco, terra ricca di ispirazioni olfattive, ove crea  profumi e linee di make up uniche. Lutens è ormai una figura leggendaria nel mondo della cosmesi internazionale e soprattutto in quello dei profumi, perché le sue creazioni non si fermano mai alle tradizionali essenze fiorite, fruttate, cipriate o muschiate.

Profumi Serge Lutens

Profumi Serge Lutens

Vitriol d'oeillet

Vitriol d'oeillet

Tubereuse criminelle

Tubereuse criminelle

Jeux de peau

Jeux de peau

Pubblicità Jeux de peau

Pubblicità Jeux de peau